Le domande più frequenti

risposte alle domande che solitamente ci vengono poste

Il percorso del miele Molly...

Le api vengono delicatamente soffiate via dal melario Iniziamo il nostro viaggio dentro l'arnia... l'ape infatti deposita il miele dentro i favi (un insieme di cellette di cera) costruiti su appositi telaini chiamati 'telaini da melario'. Telaino da melario parzialmente opercolato I melari vengono prelevati quando le cellette sono piene di miele e vengono delicatamente soffiati per rimuovere le api rimaste. A questo punto il melario con i telaini pieni di miele è pronto per essere trasportato in laboratorio.
Qui vengono disopercolati i favi ovvero avviene la rimozione fisica dello strato di cera che chiude le cellette. Il miele viene filtrato a caduta tramite garze
I telaini da melario quindi vengono inseriti nello smielatore (che altro non è che un cestello rotante che fa fuoriuscire il miele per forza centrifuga) ed il miele viene raccolto e filtrato una prima volta dai residui di lavorazione.
Il miele a questo punto viene messo nei serbatoi di decantazione detti maturatori a riposare per un pò di tempo durante il quale per gravità affiorano in superficie le bollicine d'aria che si sono create durante il filtraggio precedente (schiumatura).
A questo punto il miele maturo viene controllato per verificarne la percentuale di umidità presente (i limiti sono definiti per legge e differenti per tipo di miele) e di conseguenza invasettato per caduta.

...come fanno a nascere le api regine?

Un'ape regina appena nata Le larve delle api sono tutte uguali. La differenza la fa la dimensione della celletta in cui crescono; la cella che accoglie la futura ape regina viene chiamata cella reale ed è più grande delle celle normali. Questo spazio in più serve alle operaie per riporre più pappa reale (sostanza di cui si nutrono le larve), in questo modo la larva avrà a disposizione più nutrimento.
Per questo nasce più grande e con l'addome allungato... grazie alla pappa reale!
Nei 10 giorni successivi allo sfarfallamento, l'ape regina effettuerà il suo unico volo chiamato "volo nuziale" durante il quale verrà fecondata dai fuchi e, a questo punto, inizierà a deporre. Rimarrà feconda per circa 5 anni e potrà deporre fino a 2.000 uova al giorno.

...quante api ci sono in un alveare?

Il numero è variabile e dipende da diversi fattori ma, indicativamente, possiamo dire che un alveare può contenere dalle 20.000 alle 60.000 unità; il 99% sono api femmine (operaie).

...il miele ha una scadenza?

Alcuni alimenti quali sale, aceto, zucchero o legumi secchi se ben conservati, non hanno scadenza. Nel caso del miele però la legge impone di indicare il cosidetto "termine minimo di conservazione" ovvero la data entro la quale si conservano intatte tutte le sue proprietà. Dopo tale data il miele non diventa nocivo ma può iniziare a perdere le sue caratteristiche peculiari.

...che cos'è ALPA Miele?

L’Associazione Ligure Produttori Apistici (ALPA Miele) è una associazione che raggruppa i produttori apistici della Liguria e vanta l'adesione di circa 400 persone. ALPA Miele ha sedi in ogni provincia Ligure ed i referenti di zona sono apicoltori con titolo di esperto apistico.
Gli iscritti non solo si riuniscono periodicamente e discutono dei problemi legati all'apicoltura e alle possibile soluzioni ma organizzano anche corsi e lezioni tematiche con docenti esterno professionisti. Il confronto diretto e la condivizione dell'esperienza acquisita quindi arricchisce ogni incontro facendo dell'apicoltura una vera e propria passione.